Browse By

Segmenti di pubblico In-market: cosa sono, come aggiungerli e utilizzarli su Google Ads

I segmenti di pubblico In-market sono una delle possibilità offerte dalla piattaforma di Google Ads per modificare l’audience a cui mostrare i nostri annunci. Grazie a questo filtro, da poco introdotto anche per le campagne sulla rete di ricerca, è possibile targetizzare uno specifico gruppo di utenti che Google considera più propensi all’acquisto.

I segmenti di pubblico In-market sono suddivisi in categorie e sottocategorie prestabilite e vengono costantemente aggiornati sulla base dei dati raccolti dal motore di ricerca.

Ma sostanzialmente, chi fa parte di questi segmenti di pubblico e come è possibile utilizzare l’audience in market all’interno delle campagne Google Ads?

I segmenti di pubblico In-market

All’interno di queste audience sono presenti tutte le persone che stanno ricercando un servizio o stanno pianificando l’acquisto di un prodotto/servizio simile. Come fa Google a conoscere l’intenzione degli utenti?

Google, oltre a raccogliere tutti i dati relativi alle ricerche, analizza le informazioni derivanti dai siti che utilizzano Analytics per il monitoraggio del traffico. In questo modo ha accesso a informazioni come il tempo medio di permanenza su una pagina, il numero di pagine visitate, la tipologia di pagine visitate (Carrello, Checkout) e tante altre informazioni ancora.

Sulla base dei dati Google ha creato più di 20 macro segmenti In-market e centinaia di micro segmenti.

Utilizzare i segmenti di pubblico In market

Innanzitutto devi sapere che i segmenti di pubblico in-market possono essere aggiunti e rimossi in qualsiasi momento, la prassi migliore è di selezionarli in fase di creazione della campagna per monitorare e raccogliere dati specifici fino dal primo click, tuttavia puoi aggiungerli anche in un secondo momento.

I segmenti in-market possono essere utilizzati nelle campagne display, nelle campagne video su Youtube e nelle campagne di ricerca permettendo di creare offerte personalizzate per ogni segmento. Le persone che fanno parte di questi segmenti sono state aggiunte da Google sulla base del loro “purchase intent” o propensione all’acquisto.

Grazie a questa tipologia di segmenti di pubblico puoi raggiungere con i tuoi annunci un target specifico di utente che stanno ricercando un servizio simile al tuo sui siti dei tuoi competitor.

Segmenti in-market nella rete di ricerca

Stiamo parlando di una possibilità di targetizzazione relativamente nuova, sicuramente più particolare e personalizzabile che sugli altri canali di Google Ads. Vediamo perchè.

Se hai già creato una campagna sulla rete di ricerca e vuoi aggiungere questi target, seleziona la tua campagna, dopodichè nella colonna di sinistra clicca sulla voce “segmenti di pubblico”, troverai una schermata vuota, clicca sulla matita bianca nel cerchio blu.

Come aggiungere segmenti di pubblico in-market

 

A questo punto si aprirà una nuova schermata, in alto puoi selezionare se aggiungere questi segmenti di pubblico all’intera campagna o a un gruppo di annunci specifico. Dopodiché devi scegliere tra due criteri di selezione:

  • Targeting: attraverso questa opzione andrai a restringere il pubblico a cui mostrare i tuoi annunci. Ipotizziamo che tu venda pacchetti viaggio, selezionando l’opzione targeting e il corretto segmento di pubblico, i tuoi annunci usciranno soltanto agli utenti che Google ha classificato all’interno di quel segmento di pubblico in-market. Questo vuol dire che se un utente fino ad ora non ha mai cercato informazioni relative a un viaggio e non ha espresso particolare propensione all’acquisto di un pacchetto di viaggio, il tuo annuncio non comparirà
  • Osservazione: questa è l’opzione consigliata da Google e ti consente di creare offerte personalizzate per ogni segmento di pubblico che selezioni e di osservare le kpi relative a quello specifico segmento. Riprendendo l’esempio precedente dell’agenzia viaggi, il tuo annuncio uscirà a chiunque effettua una ricerca corrispondente alle tue keyword, tuttavia, per le ricerche fatte da coloro che fanno parte del segmento in-market selezionato, le tue campagne faranno un’offerta maggiore nell’asta. Stesso discorso può essere fatto in maniera inversa, puoi modificare l’offerta in negativo per le persone che hanno già ricercato il tuo servizio, perchè vuoi che il tuo annuncio esca soltanto a persone nuove.

Targeting osservazione segmenti di pubblico

 

Nella tabella sottostante troverai nella parte alta tre voci: Cerca, Idee, Sfoglia.

Cerca: ti suggerisce i segmenti di pubblico recentemente creati tramite Analytics o utilizzati in altre campagne

Idee: ti suggerisce i segmenti di pubblico da aggiungere sulla base di alcuni segmenti di pubblico che hai già inserito in questa campagna.

Sfoglia: qui trovi le varie possibilità di targetizzazione tra cui i segmenti in market (Quello che stanno cercando o pianificando attivamente)

segmenti di pubblico in-market google ads

Consigli ed esperimenti

Alcuni advertiser selezionano per le proprie campagne sulla rete di ricerca tutti i segmenti di pubblico in-market disponibili in modalità osservazione per valutare la risposta di ogni singola categoria di persone. Se ci pensi, questo livello di segmentazione, oltre a offrirti un maggiore controllo e un’analisi più approfondita dell’audience, ti permette di mettere in atto anche la strategia Skag a livello di segmenti di pubblico.

C’è però da dire che i segmenti di pubblico in-market non ricoprono l’intera utenza che effettua ricerche su Google, per tale ragione i tuoi annunci potrebbero non apparire ad alcuni utenti.

Selezionando l’opzione Targeting, potrai andare a competere nell’asta per keyword molto generiche che probabilmente avresti escluso a causa dell’alta competizione. Perchè? Perchè in questo modo il tuo budget verrà speso solamente sulle persone che oltre a ricercare le tue keyword, fanno parte di quel segmento di pubblico specifico. Diversamente dai tuoi competitor (anche se non possiamo conoscere le loro strategie), non suddivideremo il budget sull’intera utenza rischiando di esaurirlo prima della fine della giornata.

Ricorda che, il fatto che una persona faccia parte di un’audience in-market non vuol dire che necessariamente le tue campagne vedranno aumentare il conversion rate. Devi comunque pensare che ti stai proponendo come sito/azienda nuova ai loro occhi.

Pertanto questo tipo di pubblico è adatto per le aziende in cui il Lifetime Value di un utente è molto alto oppure per quei siti in cui un utente compie acquisti ripetuti nel tempo.

I segmenti di pubblico In-market sono anche un’ottimo strumento per ampliare le tue campagne di remarketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *